Software – INFORMATICA 37 – Assistenza Tecnica Informatica, Realizzazione Siti Web, Blog di Informatica e Hi-Tech http://www.informatica37.it Blog di informatica e nuove tecnologie: notizie, guide, trucchi, soluzioni dal mondo di computer, smartphone e tablet Wed, 13 Jun 2018 14:13:36 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.6 http://www.informatica37.it/wp-content/uploads/2018/05/cropped-favicon-it37-32x32.png Software – INFORMATICA 37 – Assistenza Tecnica Informatica, Realizzazione Siti Web, Blog di Informatica e Hi-Tech http://www.informatica37.it 32 32 76023282 Spotify: come eliminare la pubblicità su Mac http://www.informatica37.it/spotify-eliminare-pubblicita-mac-osx-spotifree/ http://www.informatica37.it/spotify-eliminare-pubblicita-mac-osx-spotifree/#respond Mon, 01 Feb 2016 13:09:15 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2644

Spotify, il più noto servizio di streaming musicale online, migliora di giorno in giorno grazie anche ai puntuali aggiornamenti distribuiti su tutte le piattaforme. Ma nonostante le continue promozioni e gli ottimi piani Family, la maggior parte degli utenti continua a preferire la versione gratuita (per la quale basta una semplice iscrizione senza inserimento del numero di carta di credito). Il piano free permette già di base la fruizione di tantissima ottima musica ma porta con se molte fastidiose limitazioni:

  • E’ attiva la sola modalità di ascolto casuale (non è quindi possibile selezionare una singola canzone)
  • Presenza di pubblicità fra i brani
  • Salti ad altre canzoni limitati
  • Modalità di ascolto offline disabilitata
  • Qualità audio media

Se sei un nuovo utente la versione di Spotify Premium senza le sopracitate limitazioni è gratuita per i primi 30 giorni, se invece vuoi scoprire come eliminare la pubblicità da Spotify, non ti resta che proseguire con la lettura di questa guida.

La gradita sorpresa è purtroppo rivolta ai soli utenti Mac OS X! Grazie ad un piccolissimo tool, distribuito gratuitamente, sarà possibile azzerare la pubblicità senza alcun intervento da parte dell’utente (se tentate di azzerare manualmente il volume durante la pubblicità, Spotify interromperà la riproduzione!).

Il programma si chiama Spotifree e viene distribuito sotto forma di app per i soli utenti desktop Apple. Ma come funziona? Il tool, lavorando in background, non appena viene lanciata la pubblicità su Spotify, la silenzia portando il volume a zero. Una volta terminata, Spotifree alzerà nuovamente il volume permettendovi di proseguire con l’ascolto dei brani. Nessun intervento da parte dell’utente, l’unico accorgimento sarà quello di ricordarsi di aprire l’app durante l’ascolto o farla aprire automaticamente al login a seguito del riavvio del sistema operativo.





spotifree-avvio-osx

Una volta scaricato il programma, installatelo trascinando semplicemente la sua icona nella vostra cartella delle applicazioni ed infine avviatelo.

Le opzioni (in inglese) sono davvero poche e semplici da capire ma vediamole tutte insieme:

  • Updates – attraverso questa voce di menu è possibile verificare manualmente la presenza di una versione aggiornata del programma. Potrete però anche fare in modo che il controllo venga eseguito in automatico spuntando entrambe le voci “Check Automatically” e “Download Automatically”.
  • Hide icon – permette di nascondere l’icona dalla barra superiore di OS X.
  • Run at Login – è forse la voce più importante. Spuntandola, Spotifree si avvierà in modo automatico ad ogni riavvio del sistema operativo. Molto comodo se siete grandi utilizzatori di Spotify.
  • Notifications – se attiva, l’utente sarà avvisato attraverso una notifica nella parte superiore destra dello schermo ogni volta che la pubblicità viene azzerata o viene riattivato il volume della musica.
  • Donate – se il programma vi è piaciuto e lo reputate utile, perché non pensare ad una piccola donazione per il lavoro svolto dal programmatore Artem Gordinsky?
  • Quit – chiude il programma.

Al di là della sua utilità, è giusto ricordare che bypassando la pubblicità, non state supportando in alcun modo Spotify. Da usare con cura!

Articolo redatto in collaborazione con Daniele @ Tecnicovincente

]]>
http://www.informatica37.it/spotify-eliminare-pubblicita-mac-osx-spotifree/feed/ 0 2644
Modificare tracce video, audio e sottotitoli di un file MKV http://www.informatica37.it/modificare-tracce-audio-video-di-file-video-mkv/ http://www.informatica37.it/modificare-tracce-audio-video-di-file-video-mkv/#respond Mon, 21 Dec 2015 21:40:38 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2507

I file video con estensione .MKV sono molto diffusi al giorno d’oggi perché oltre ad avere un’ottima qualità audio/videopossono inglobare al loro interno diverse tracce audio e/o sottotitoli selezionabili in maniera molto semplice da un qualsiasi software di riproduzione multimediale. L’esempio più tipico di un file in formato .MKV è rappresentato da un film in cui possono essere presenti tracce audio e sottotitoli in lingue diverse.

Molte volte capita però che i file .MKV siano molto pesanti (in termini di gigabyte occupati su disco) o che il nostro riproduttore multimediale non ci permetta di selezionare l’audio nella nostra lingua… In questi casi potrebbe essere molto utile avere la possibilità eliminare le tracce audio (o dei sottotitoli) che non ci interessano per alleggerire il file, o di modificare la lingua predefinita in modo che il file possa essere riprodotto sempre con la nostra traccia audio desiderata. Per fare queste semplici operazioni possiamo usare il software MKVToolNix, un programma gratuito scaricabile a questo link: http://www.videohelp.com/software/MKVtoolnix .

1

Scaricate la versione appropriata al vostro sistema operativo ed avviate l’installazione.

2

Dopo l’installazione aprite il software ed importate il primo file che desiderate modificare.

3

Per farlo vi basterà trascinare il vostro file con estensione .mkv nella parte centrale della finestra di MKVToolNix o di fare clic destro del mouse nel campo “File” della scheda “Sorgente” e successivamente cliccare “Aggiungi file” dal menù contestuale.





4

Una volta importato il file, nel box sottostante potrete vedere tutte le tracce presenti nel file, nel caso in esempio è presente una traccia video, due tracce audio ed una traccia di sottotitolo. Selezionando ogni singola traccia potrete modificare le sue proprietà visualizzate nella parte destra della finestra.

Nel caso in esempio si capisce subito che la traccia audio predefinita è quella in lingua inglese, quindi se volessimo impostare come predefinita quella italiana basterà modificare le proprietà delle tracce audio e avviare la conversione cliccando sul pulsante “Avvia Muxing“.

Se volessimo rinominare il file convertito e scegliere un percorso personalizzato in cui salvarlo, basterà modificare il campo “File di destinazione”.

Se invece volessimo eliminare delle tracce basterà togliere la spunta corrispondente alla traccia che vogliamo eliminare e successivamente cliccare su “Avvia Muxing“.

5

Una volta avviato il muxing potremo seguire lo stato della conversione dalla schermata “Attività di destinazione”.

6

Il muxing solitamente non richiede più di qualche minuto.

]]>
http://www.informatica37.it/modificare-tracce-audio-video-di-file-video-mkv/feed/ 0 2507
“Word Lens Translator” e la fotocamera diventa un traduttore! http://www.informatica37.it/word-lens-translator-la-fotocamera-diventa-traduttore/ http://www.informatica37.it/word-lens-translator-la-fotocamera-diventa-traduttore/#respond Thu, 30 Oct 2014 12:55:46 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2085

Vi segnaliamo un’ app per smartphone molto innovativa, che vi permetterà ti tradurre in tempo reale tutte le scritte che inquadrerete attraverso la fotocamera. L’applicazione si chiama “Word Lens Translator” e la sua grande innovazione sta nel fatto che la traduzione della frase, viene sovrapposta all’immagine inquadrata andando quindi a modificare la realtà! Più realtà aumentata di così… si muore!





La particolarità dell’app è che non richiede connessione ad Internet per funzionare, e può tradurre dall’inglese alle seguenti lingue e viceversa: russo, spagnolo, francese, italiano, tedesco e portoghese. Per meglio capire di cosa stiamo parlando, eccovi un esempio molto esplicativo:

Word Lens Translator è disponibile sia per device Apple iOS che Android!

]]>
http://www.informatica37.it/word-lens-translator-la-fotocamera-diventa-traduttore/feed/ 0 2085
HYPERLAPSE – La nuova App di Instagram per video in Time-Lapse http://www.informatica37.it/hyperlapse-la-nuova-app-di-instagram-video-time-lapse/ http://www.informatica37.it/hyperlapse-la-nuova-app-di-instagram-video-time-lapse/#respond Tue, 02 Sep 2014 10:50:31 +0000 http://www.informatica37.it/?p=1932

Ultimamente si va sempre più diffondendo la tecnica del Time-lapse per poter condensare in pochi secondi delle riprese video di lunga durata. Per fare un esempio pratico, parliamo ad esempio di quei filmati in cui riusciamo a vedere riprodotta la fase di tramonto del sole in meno di un minuto. Basta andare su You Tube e fare una semplice ricerca per potersi fare un’idea…

Esistono già molte app per poter realizzare questo effetto sia per Android che per iOS, inoltre è stato già annunciato dalla Apple, che nella prossima release del loro sistema operativo mobile (iOS 8), la fotocamera permetterà di realizzare video di questo tipo (fonte: Apple.com).

hyperlapse-01In questo articolo vi vogliamo segnalare in particolare Hyperlapse, un’app disponibile al momento per dispositivi Apple, che è stata realizzata dai creatori di Instagram, e che si va proprio ad integrare con quest’ultima. Il motivo di tanta attenzione per questa app, risiede nel fatto che utilizza il giroscopio del telefono per stabilizzare le immagini contribuendo ad eliminare un inevitabile “effetto tremolante”, quindi conferendo una maggiore fluidità alla ripresa.

La tecnica Time-Lapse richiederebbe una strumentazione specifica, che garantisca foto di qualità, ma sopratutto stabili. Ma grazie a Hyperlapse, sfruttando il giroscopio presente ormai in ogni dispositivo mobile, è possibile realizzare in maniera molto semplice dei video con questa tecnica direttamente dal telefonino, ovviamente con risultati non paragonabili a quelli ottenibili con una strumentazione dedicata, ma comunque accettabili visti i “poveri mezzi” a disposizione.

Hyperlapse è un’app gratuita e molto semplice da usare, come si può vedere nell’immagine che segue, basta aprirla ed iniziare a filmare:





hyperlapse-01bAl termine della registrazione potremo regolare la velocità di riproduzione da 1 a 12 volte e quindi salvare il filmato:

hyperlapse-02

Una volta salvato il filmato, potremo condividere il video direttamente su Facebook, oppure inviarla ad Instagram per poter applicare al video ulteriori effetti ed effettuare la condivisione sia su Instagram che sugli altri social.

hyperlapse-03

L’applicazione Hyperlapse è scaricabile dall’ App Store di Apple o dal sito dedicato, mentre vi consigliamo vivamente di visitare il Blog di Instagram per maggiori dettagli tecnici sulla realizzazione dell’app.

Nel video seguente potete farvi un’idea su cosa si può fare con Hyperlapse, e vedere chiaramente i benefici della compensazione dei movimenti.

]]>
http://www.informatica37.it/hyperlapse-la-nuova-app-di-instagram-video-time-lapse/feed/ 0 1932
Programma gratuito per scannerizzare direttamente in PDF! http://www.informatica37.it/scannerizzare-documenti-in-pdf/ http://www.informatica37.it/scannerizzare-documenti-in-pdf/#respond Thu, 22 May 2014 11:14:32 +0000 http://www.informatica37.it/?p=1862

Molte volte ci troviamo nella situazione di dover scannerizzare documenti o stampe da convertire poi in PDF, e molto spesso le due operazioni devono essere fatte attraverso l’utilizzo di software diversi. In questo articolo vi guideremo al download ed all’utilizzo di un software molto semplice ma molto efficace, che renderà velocissima l’operazione di scansione e conversione in formato PDF. Parliamo del software: WinScan2PDF . Il software è disponibile solo per sistemi operativi Windows, è totalmente gratuito, non necessita di installazione e quindi si rende portatile ed utilizzabile da una qualsiasi pendrive USB.

Recatevi al seguente link per scaricare l’applicazione, e scegliete una delle due versioni disponibili (si consiglia unicode), dopodichè verrete reindirizzati nella schermata di download. Potete attendere il download automatico, o avviare il download dal “Direct Link”.

Una volta scaricato il file WinScan2PDF.zip, decomprimelo e copiate il file WinScan2PDF.exe dove desiderate. A questo punto siete pronti ad avviare il software ed iniziare a scannerizzare in PDF.

WinScan2PDF-01

Come potete notare l’interfaccia di WinScan2PDF è molto semplice, quindi, per prima cosa clicchiamo su Select Source per selezionare la periferica di acquisizione immagini.

WinScan2PDF-02

Se dovete scansionare più fogli, e volete realizzare un PDF di più pagine, dovrete spuntare la casella Multiple Pages.

WinScan2PDF-03





Prima di avviare la scansione, potete anche scegliere il livello di qualità del vostro file PDF, maggiore la qualità, maggiore sarà la dimensione del file, e viceversa. Per regolare la qualità cliccate sul simbolo # nell’angolo in basso a destra della schermata di WinScan2PDF.

Change_the_Quality_of_scanned_PDF-File_in_Win-Scan-To-PDF__2013-08-23-16-05-40

Cliccando invece su # LNG potrete cambiare la lingua del software, è presente anche la traduzione italiana.

A questo punto siamo pronti avviare la scansione premendo il tasto Scan. Prima di partire con la scansione il nostro scanner ci chiede di impostare la qualità ed i parametri di scansione, quindi, una volta impostati, possiamo procedere con la digitalizzazione.

Una volta terminata l’acquisizione della prima pagina, verrà aggiunto un elemento nell’elenco delle immagini, quindi potremo procedere con la digitalizzazione delle pagine successive.

In questo esempio ci fermiamo alla scansione di 3 pagine, quindi, una volta terminata la scansione, possiamo cliccare sul pulsante To PDF per salvare il nostro documento digitalizzato. Al termine del salvataggio, il file PDF appena creato verrà visualizzato dal vostro lettore di file PDF predefinito.

]]>
http://www.informatica37.it/scannerizzare-documenti-in-pdf/feed/ 0 1862
VECTOR MAGIC – Convertire immagini BITMAP in VETTORIALI on line!!! http://www.informatica37.it/vector-magic-convertire-immagini-raster-vettoriali-line/ http://www.informatica37.it/vector-magic-convertire-immagini-raster-vettoriali-line/#respond Thu, 27 Feb 2014 10:20:50 +0000 http://www.informatica37.it/?p=1498

Brevissimo articolo dedicato a tutti coloro che potrebbero aver bisogno di convertire un’immagine bitmap, detta anche “raster” (bmp, png, jpg, ecc.) in immagine “vettoriale” (eps, svg, ecc.) senza dover per forza essere in possesso di un software specifico e/o delle capacità “manuali” necessarie all’esecuzione di tale conversione.

Vector Magic è un sito che vi permette di effettuare questa operazione on line! Se l’immagine di origine non è molto degradata, potrete ottenere il vostro file vettoriale in pochissimi clic, mentre in caso contrario, grazie alla presenza di un semplice editor, potrete aggiustare un po’ l’immagine in modo da ottenere un risultato migliore! Non è uno strumento “professionale”, ma è ottimo per chi, non avendo dimestichezza con la grafica vettoriale, si trova nella situazione di realizzare semplici conversioni, come ad esempio la conversione di un logo o di un simbolo da inviare ad un grafico o ad una tipografia. Oltre alla piattaforma online, Vector Magic offre la possibilità di provare ed eventualmente acquistare la versione software dell’applicazione, installabile sia su Mac che PC Windows.

Vediamo come funziona! Per prima cosa rechiamoci sul sito http://vectormagic.com, ed al centro della home troveremo le due possibilità sopra elencate: usare l’applicazione online gratuitamente (riquadro a sinistra) o l’acquisto dell’applicazione (riquadro a destra).

vector-magic

Schermata 2014-02-26 alle 12.45.48Ovviamente clicchiamo sul bottone “Upload Image To Trace…” del riquadro a sinistra, e scegliamo un file da caricare dal nostro computer. Abbiamo però due opzioni:

  • Fully automatic, per fare una conversione totalmente automatica.
  • Hand-pick settings, per scegliere passo-passo le opzioni di tracciamento e di colore desiderate.

Per farvi un esempio, abbiamo scelto l’icona di Informatica 37, e grazie a questa conversione, potremo trasformare la nostra immagine raster di appena 138 x 98 pixel di dimensione, in una immagine vettoriale da ingrandire a piacimento senza perdere definizione.

Una volta terminato l’upload, inizierà l’operazione di “tracciamento” della nostra immagine. Giusto per darvi un’idea sul perché si chiama “operazione di tracciamento”, dovete sapere che: la conversione di un file in vettoriale, che si faccia automaticamente o a mano, consiste nel “ricalcare” l’immagine originale attraverso il tracciamento di sagome vettoriali. Terminata la conversione ci troveremo di fronte ad una schermata divisa in due parti: una con l’immagine originale, l’altra con l’immagine tracciata:





bitmap-e-vettoriale

Come avrete già notato, a sinistra abbiamo l’immagine originale con dei pixel ben visibili, nella parte destra l’immagine vettoriale tracciata. Attraverso i controlli di ogni schermata possiamo effettuare zoom e spostamenti dell’immagine per controllarne da vicino il dettaglio, mentre se il risultato non ci soddisfa, possiamo cliccare sul pulsante “Edit Result” nel menù di sinistra per effettuare qualche piccola correzione. Ecco come si presenterà la schermata di editazione:

edit-vector

A questo punto, muniti di “matita” (per disegnare pixel), “secchiello” (per riempire aree di colore) e “contagocce” (per selezionare un colore), possiamo andare a correggere alcune imperfezioni in modo da rendere il tracciamento più preciso.

Al termine delle nostre operazioni possiamo cliccare sul pulsante “Download Result” e dopo aver effettuato una semplice registrazione, potremo scaricare il file vettoriale in tre versioni (EPS, PDF ed SVG) o il file bitmap in PNG.

Riguardo l’operazione di registrazione, vi verrà chiesto di inserire la vostra email, e dopo aver confermato vi verrà richiesto un “verification code”. Riceverete un’email all’indirizzo che avete indicato, contenete la password del vostro account ed il “verification code” da copiare/incollare nella pagina di registrazione. Attenzione a non confondere la “password” con tale “verification code”.

Tutte le immagini che convertirete resteranno memorizzate nel vostro account, e potrete tornare a scaricarle ogni volta che ne abbiate bisogno.

]]>
http://www.informatica37.it/vector-magic-convertire-immagini-raster-vettoriali-line/feed/ 0 1498
TELEGRAM – L’alternativa a Whatsapp, Viber, WeChat… http://www.informatica37.it/telegram-messenger-lapp-alternativa-whatsapp-sta-spopolando/ http://www.informatica37.it/telegram-messenger-lapp-alternativa-whatsapp-sta-spopolando/#respond Tue, 25 Feb 2014 16:39:14 +0000 http://www.informatica37.it/?p=1439

Whatsapp, la famosa app di messaggistica per smartphone, ha sempre fatto parlare di se: prima per i costi, poi per la recente acquisizione da parte di Facebook ed il “catastrofico” down dei server. Come se non bastasse, ora la sua reputazione è minacciata da utenti impensieriti dalla sicurezza dei propri dati personali.

Di fronte a questa situazione, e nonostante l’enorme quantità di app alternative a Whatsapp, si è fatta strada una nuova applicazione che sta conquistando milioni di utenti giorno dopo giorno.

Parliamo ovviamente di Telegram, un’app per messaggistica apparentemente simile alle varie Whatsapp, Line, Viber, WeChat, ecc., che già da qualche tempo ha attirato l’attenzione degli utenti più esperti per alcune sue particolarità. Oggi Telegram non è più un’app di nicchia e si candida a minare la popolarità di altre applicazioni già largamente usate. Telegram si presenta in maniera molto “spartana” ma molto pulita, ecco alcuni screenshot della fase di registrazione e della schermata di configurazione:





Ma quali sono le caratteristiche principali di Telegram? Eccone alcune:

  • E’ un’app open source
  • E’ basata su cloud
  • E’ gratuita e non contiene pubblicità
  • Le informazioni sono più protette e c’è la possibilità di avviare chat protette con una crittografia ancora più robusta
  • Permette l’invio di: messaggi, immagini, foto, video, documenti, posizione e contatti
  • Supporta chat fino a 200 utenti
  • Estetica pulita e configurazioni semplici su solo 3 tabs
  • Possibilità di sincronizzare l’app con un software su piattaforme PC, Mac e Linux.

Dalla lista, spiccano in particolare, la sicurezza, ma anche la possibilità di avere degli applicativi di terze parti su piattaforme PC, Mac e Linux per poter sincronizzare i dati tra smartphone e computer e di poter inviare messaggi anche da questi ultimi!

Riguardo proprio le applicazioni per computer, abbiamo provato ad utilizzare Messenger for Telegram su un Mac (scaricabile gratuitamente dall’app store), e sembra funzionare proprio bene: basta effettuare il login, la verifica dell’utenza, ed in pochi secondi siamo pronti per utilizzare Telegram da computer. La lista dei software di terze parti disponibili sono elencati alla pagina seguente: https://telegram.org/apps. Anche in questo caso vi proponiamo alcuni screenshot:

Questo breve articolo termina qui, ricordate che al momento Terminal Messenger è disponibile solo su piattaforme Android ed iOS.

]]>
http://www.informatica37.it/telegram-messenger-lapp-alternativa-whatsapp-sta-spopolando/feed/ 0 1439
[Software] – Rendere un hard disk formattato NTFS (Windows) scrivibile su Mac OS http://www.informatica37.it/rendere-hard-disk-scrivibile-ntfs-windows-mac/ http://www.informatica37.it/rendere-hard-disk-scrivibile-ntfs-windows-mac/#comments Thu, 30 Jan 2014 11:40:02 +0000 http://www.informatica37.it/?p=1289

Probabilmente, se il buon Google vi ha portato su questo articolo, sicuramente avete tentato, senza riuscirci, di scrivere dei dati su un hard disk USB (formattato NTFS) collegato ad un computer Apple con sistema operativo Mac OS! Questo accade perché la Apple ha adottato la scelta di non supportare il “file system NTFS” sul proprio sistema operativo. Vi viene permesso solo di poter leggere e di copiare, ma non di poterci scrivere!

Senza addentrarci troppo nei tecnicismi, facciamo solo un po’ chiarezza sui tipici “file system” utilizzati dai vari sistemi operativi:

  • Windows utilizza FAT ed NTFS
  • Mac OS utilizza HFS

Il FAT è la tipica formattazione delle memorie USB, le quali, sono leggibili sia da Mac che da Windows. Quindi, intuiamo già che formattando un hard disk con file system FAT, potremmo evitarci un sacco di problemi, ed avremmo la lettura/scrittura del disco abilitata sia su Mac che su Windows! C’è un problema però, che risiede in alcuni limiti imposti dalla formattazione FAT, tra i quali spiccano:

  • L’impossibilità di scrivere singoli file di dimensione superiore a 4 GB
  • L’impossibilità di avere partizioni di dimensione superiore ai 2 TB

L’NTFS da questo punto di vista non ha limitazioni, ed in più consente la compressione dei file, la gestione dei permessi sui file, e molto altro. Quindi, il FAT ad oggi, torna utile solo per lo scambio di piccoli file su piccoli dispositivi di memoria USB o SD. Premesso questo, possiamo procedere con l’articolo segnalando due soluzioni per poter rendere degli hard disk formattati NTFS scrivibili anche su sistemi operativi Mac.

La prima è una soluzione commerciale, semplice e relativamente economica, adatta a chiunque voglia risolvere questo problema in maniera “pulita” e senza rischi. Ci sono diversi software commerciali, tra i tanti ci è capitato di provare “Paragon NTFS for Mac“, il quale per la modica cifra di 20 euro, risolve qualsiasi problema con una semplice installazione del software ed un riavvio del sistema. Nell’utilizzo di dischi NTFS non ci si accorgerà di nulla, verranno “montati” dal sistema operativo come dei comuni dischi formattati HFS. Il software di Paragon o altri software simili, a volte vengono forniti gratuitamente all’acquisto di un Hard Disk USB, quindi, controllate di non esserne già in possesso prima di acquistarne una licenza!

C’è anche una soluzione più economica, ma anche meno semplice, ed è costituita dall’installazione di tre applicazioni. Il primo passo consiste nell’installazione di FUSE for OSX, ovvero il “motore” per la lettura di file system di terze parti. Scaricate il file .dmg, apritelo, ed avviate l’installazione di Fuse.





fuse

Ad installazione terminata, andando nelle Preferenze di Sistema troverete l’icona relativa a Fuse, ed aprendola accederete alle sue opzioni, nelle quali è presente il pulsante per la sua disinstallazione.

A questo punto si può procedere all’installazione del secondo pacchetto Catacombae, ovvero i driver per poter poter leggere i supporti NTFS. Scaricato il file .dmg lo apriamo ed avviamo l’installazione. Ad un certo punto dell’istallazione ci troviamo di fronte ad una scelta importante, ovvero, bisogna decidere se abilitare o meno il “caching”. Come già spiegato nel nostro famosissimo articolo “rimozione sicura dell’hardware“, il “catching” migliora le prestazioni di lettura/scrittura su disco, ma in caso di disconnessione “brutale” del dispositivo dal computer potrebbero verificarsi degli errori! La scelta è tutta vostra, se volete dormire sonni tranquilli lasciate attivata l’opzione “no caching”, altrimenti, se siete sicuri di non commettere errori o se effettivamente il disco non verrà disconnesso con frequenza, potete selezionare il “caching” e beneficiare di un miglioramento di prestazioni.

ntfs-3g

Ad installazione terminata, manca un ultimo pezzettino, ovvero l’installazione di “Fuse Wait“, software che corregge alcuni errori di “timeout” nella connessione dei volumi effettuati da Fuse. A questo punto potete riavviare il sistema, ed a riavvio terminato potrete finalmente connettere il vostro disco USB formattato NTFS al vostro Mac e scriverci sopra!

Ovviamente esiste anche il problema inverso, ovvero la lettura/scrittura di dischi formattati HFS (Mac) su PC Windows. Problema non proprio “inverso”, ma peggiore, visto che Windows non permette neanche la lettura di dischi formattati HFS… Probabilmente sarà argomento di qualche altro articolo in futuro!

Mr. 37 @ www.informatica37.it

]]>
http://www.informatica37.it/rendere-hard-disk-scrivibile-ntfs-windows-mac/feed/ 2 1289
Convertire qualsiasi tipo di file… ON LINE!!! http://www.informatica37.it/convertire-qualsiasi-file-online/ http://www.informatica37.it/convertire-qualsiasi-file-online/#respond Sun, 24 Nov 2013 23:51:03 +0000 http://www.informatica37.it/?p=970

A volte può capitare di trovarsi tra le mani un file con estensione a noi sconosciuta, che non riusciamo ad aprire perché ci manca il software necessario. In questi casi, o ci dotiamo di un software in grado di aprirlo, oppure ci toccherà rinunciare…

Ad esempio, il nostro amico grafico ci invia un file EPS (es.: creato con Adobe Illustrator), e noi, non sapendo letteralmente nulla di grafica, potremmo non sapere con quale software aprire il file, ed ovviamente potremmo non essere disposti ad acquistare un software professionale per tale scopo. In altre situazioni come l’ufficio, un internet point, un’aula informatica, ad esempio, potremmo non essere autorizzati all’installazione di software… Quindi? Cosa potremmo fare?

Per fare altri semplici esempi, se avessi bisogno di:

  • convertire un video, da MOV ad MP4 o MPG
  • convertire un documento Numbers (foglio di calcolo di Apple) in Excel
  • convertire un documento PDF in EPUB o MOBI (per il nostro Kindle 🙂 )
  • convertire un audio WMA in MP3
  • …E chi più ne ha, più ne metta! 🙂

Quindi, in questi o in altri infiniti casi simili, in alternativa all’installazione di un qualsiasi software, ci si potrebbe recare su questo utilissimo sito e convertire il nostro file online, in maniera semplice, veloce e gratuita!

Il sito Zamzar.com ci permette di caricare un file fino a 100MB di dimensione, e di poterlo convertire in un altro scegliendo tra diversi formati suddivisi per categorie: Immagini, Documenti, Musica, Video, E-Book, File Compressi e Video Presets (formati video ottimizzati per hardware specifici, es: Apple TV, Zune, Kindle, iPad, ecc.). Come vi avevo anticipato, l’interfaccia di caricamento del file di origine che si trova nell’home del sito è molto semplice!

Schermata 2013-11-25 alle 00.05.05





Allo Step 1 scegliamo il nostro file da convertire ed allo Step 2 scegliamo dal menù a tendina il formato di destinazione, ovviamente evitando di convertire “mele in pere” :-P, cioè ad esempio, file audio in immagini! Dopodiché inseriamo la nostra email ed allo Step 4 clicchiamo su “Convert” per avviare la conversione. Nel nostro esempio convertiremo un file MOV in MP4.

Schermata 2013-11-25 alle 00.04.46

Al termine della conversione, vi arriverà una email all’indirizzo che avete indicato, in cui verrà riportato il link per il download del file convertito. Da quel momento avrete 24 ore per poterlo scaricare, altrimenti verrà cancellato dal server. Nel caso ci fossero stati problemi nella conversione, nell’email che vi arriverà non troverete il link al download del file, ma un avviso che vi metterà al corrente del fallimento della conversione. Nel nostro caso è andato tutto a buon fine, ed ecco l’email di conferma:

Schermata 2013-11-25 alle 00.09.48

Cliccando sul link evidenziato nel grande riquadro rosso, verrete reindirizzati alla pagina web in cui scaricare il vostro file convertito.

Schermata 2013-11-25 alle 00.10.10

Cliccate su “Download Now”, ed il gioco è fatto! Non resta che augurarvi: buona conversione a tutti! 🙂

]]>
http://www.informatica37.it/convertire-qualsiasi-file-online/feed/ 0 970
Conversione da PDF a Word online! http://www.informatica37.it/pdf-word-online/ http://www.informatica37.it/pdf-word-online/#respond Tue, 18 Jun 2013 09:30:23 +0000 http://www.informatica37.it/?p=895

In un precedente articolo, vi avevamo segnalato alcuni siti su cui poter SBLOCCARE, EDITARE e MODIFICARE dei file PDF online! Senza dover installare nessun tipo di software!

In questo brevissimo articolo vi segnaliamo un ulteriore sito in cui è possibile convertire un PDF in formato WORD. Naturalmente, l’applicazione non è un vero OCR!!! Quindi la conversione avviene se il pdf non contiene un’immagine del testo! Nel caso abbiate bisogno di convertire un pdf con un’immagine contenete testo, dovrete utilizzare il software OCR fornito con il vostro scanner, o scaricarne qualcuno gratuito.

Il funzionamento è molto semplice, si carica il file dal vostro computer:

carica PDF





Ed al termine della conversione, si scarica il file zippato cliccando sull’apposito link:

Schermata 06-2456462 alle 11.26.23

Dopodiché non vi resta che estrarre il file RTF dal file ZIP che avete scaricato! 🙂

LINK a PDF to WORD: http://www.pdfonline.com/pdf-to-word-converter/

]]>
http://www.informatica37.it/pdf-word-online/feed/ 0 895