Guide – INFORMATICA 37 – Assistenza Tecnica Informatica, Realizzazione Siti Web, Blog di Informatica e Hi-Tech https://www.informatica37.it Blog di informatica e nuove tecnologie: notizie, guide, trucchi, soluzioni dal mondo di computer, smartphone e tablet Thu, 25 Oct 2018 12:23:21 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 https://i1.wp.com/www.informatica37.it/wp-content/uploads/2018/07/cropped-favicon-37-03.png?fit=32%2C32&ssl=1 Guide – INFORMATICA 37 – Assistenza Tecnica Informatica, Realizzazione Siti Web, Blog di Informatica e Hi-Tech https://www.informatica37.it 32 32 76023282 Come fare il backup o il ripristino dei dati su un dispositivo Android https://www.informatica37.it/backup-ripristino-dati-dispositivo-android-smartphone-tablet-google-drive/ https://www.informatica37.it/backup-ripristino-dati-dispositivo-android-smartphone-tablet-google-drive/#respond Mon, 23 Jul 2018 21:03:44 +0000 http://www.informatica37.it/?p=3359

Quante volte vi è capitato di comprare un nuovo smartphone o tablet Android e di dover scaricare e configurare da capo tutte le vostre app preferite? In rete ci sono tantissime guide che consigliano svariate procedure e tante applicazioni per poterlo fare, tuttavia esiste anche un modo semplicissimo, ovvero: quello di effettuare il backup dei vostri dati su Google Drive.

In questa breve guida vi spiegheremo dove e come attivare questa funzionalità direttamente dal vostro dispositivo Android, l’unica cosa necessaria per poterlo fare è avere un account Gmail configurato sul dispositivo stesso. Nel caso non vi ricordiate se avete o meno attivato la funzionalità di backup, le indicazioni che seguono vi saranno di certo utili per verificare che sia effettivamente attiva la funzionalità e che i backup vengano effettuati regolarmente.

Con il backup Android su Google Drive è possibile salvare:

  • App
  • Cronologia chiamate
  • Impostazioni dispositivo
  • Contatti
  • Calendario
  • SMS
  • Foto e video

Il backup di SMS e foto & video in realtà sono disponibili solo su dispositivi Google Pixel, però nessuno vi vieta di utilizzare il servizio Google Photo per poter mettere al sicuro tutte le vostre foto ed i vostri video. Per quanto riguarda gli SMS abbiamo verificato che il loro backup è disponibile su alcuni dispositivi Android 8.

Per quanto riguarda invece la tipologia di dati contenuti nel backup avremo:

  • Dati di contatti Google
  • Impostazioni ed eventi di Google Calendar
  • Password e reti Wi-Fi
  • Sfondi
  • Impostazioni di Gmail
  • Impostazioni del display (luminosità e sospensione)
  • Impostazioni di Lingua e immissione
  • Data e ora
  • Impostazioni e dati delle app non realizzate da Google (variabile a seconda delle app)

Capite subito la comodità di ritrovarsi, ad esempio, tutte le password Wi-Fi che abbiamo collezionato durante il ciclo di utilizzo di un vecchio smartphone o tablet oppure ritrovarsi l’intera rubrica senza perdere tempo in trasferimenti da sim o memoria interna (a patto che abbiate precedentemente trasferito su Google la gestione completa dei vostri contatti).





Per attivare il backup, come mostrato nelle immagini che seguono, vi basterà accedere al menù Impostazioni > Sistema > Backup ed attivare la funzionalità per il vostro account.

Per controllare la situazione dei backup dovete installare l’applicazione Google Drive, aprirla e andate nelle Impostazioni > Backup.

Qui troverete tutti i backup presenti su Drive, nel nostro caso oltre a quello del dispositivo in oggetto sono presenti anche il backup di un altro dispositivo Android ed il backup delle conversazione Whatsapp. Selezionando il file di backup di vostro interesse potrete vedere più nel dettaglio cosa è presente e quanto spazio occupa. All’interno dell’ultima schermata in alto, cliccando sull’icona in alto a destra avrete la possibilità di cancellare il backup stesso.

Nel caso vogliate effettuare il backup sul computer o avere accesso a funzionalità più avanzate rispetto a quelle offerte dal backup su Drive vi basterà cercare in rete per trovare qualche applicazione gratuita o a pagamento che faccia al caso vostro.

Per quanto riguarda l’operazione di ripristino del backup, quando avvierete il nuovo dispositivo (o lo stesso dispositivo resettato alle impostazioni di fabbrica) si avvierà la procedura guidata di configurazione, quindi vi verrà chiesto di inserire le credenziali del vostro account Google. Se sono presenti backup per quell’account vi verrà chiesto se volete ripristinarlo nel nuovo dispositivo o meno. Confermando il ripristino vi ritroverete sul nuovo dispositivo tutte le app e le impostazioni del precedente dispositivo.

ATTENZIONE: Nella fase di ripristino potrebbe capitare che il produttore non vi permetta di fare un ripristino diretto da Drive ma vi costringa ad usare app di terze parti o altri tipi di procedure. A conferma di questo, nel nostro test siamo riusciti a trasferire il backup del dispositivo A nel dispositivo B, mentre non è stato possibile trasferire il backup del dispositivo B in un dispositivo C in quanto veniva richiesto l’uso di un’app di terze parti. L’uso di app di terze parti è sicuramente un’ottima soluzione, a patto che il telefono di origine sia ancora funzionante.

Fonti:


]]>
https://www.informatica37.it/backup-ripristino-dati-dispositivo-android-smartphone-tablet-google-drive/feed/ 0 3359
Come ATTIVARE o DISATTIVARE il CENTRO NOTIFICHE di WINDOWS 10 https://www.informatica37.it/attivare-disattivare-il-centro-notifiche-di-windows-10/ https://www.informatica37.it/attivare-disattivare-il-centro-notifiche-di-windows-10/#respond Wed, 05 Oct 2016 16:00:13 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2983

Il Centro Notifiche è una nuova funzionalità introdotta con Windows 10 che permette di accedere ad alcune impostazioni e ricevere notifiche dal sistema o dalle applicazioni.

Il Centro Notifiche è un pannello che compare sulla parte destra dello schermo quando si clicca sulla nuova icona a forma di “fumetto” presente nell’estremità destra della barra delle applicazioni, proprio a destra dell’orologio.

Come si può notare dall’immagine che segue, tramite il Centro Notifiche è possibile, ad esempio, attivare la modalità aereo e gestire le schede di rete, attivare o disattivare il bluetooth, accedere alle impostazioni, scrivere delle note, gestire la proiezione su uno schermo esterno, ecc.

centro-notifiche-win-10

I “mattoncini” del Centro Notifiche e le applicazioni abilitate a notificare sono personalizzabili, potrete scegliere cosa visualizzare andando in: “Impostazioni > Sistema > Notifiche“.

personalizza-centro-notifiche

Con questa guida ci rivolgiamo principalmente a due tipologie di utenti:

  • Quelli a cui non piace questa nuova funzionalità e che quindi desiderano DISATTIVARE il Centro Notifiche.
  • Quelli che a seguito di qualche problema software si sono ritrovati senza il Centro Notifiche e desiderano ATTIVARLO nuovamente.

Il procedimento di attivazione o disattivazione è il medesimo, cambierà semplicemente il valore di una chiave di registro che dovremo andare a modificare. Come prima cosa digitate “regedit” nel menù start di Windows e avviate la relativa applicazione.

regedit-win-10





In alternativa potete eseguire la combinazione di tasti WIN+R per aprire il pannello Esegui in cui scrivere regedit e cliccare OK.

win-r

Una volta aperto il Registro di Sistema, andate ad esplorare il seguente percorso: “HKEY_CURRENT_USER\Software\Policies\Microsoft\Windows\Explorer

registro-centro-notifiche

A questo punto, la voce che ci interessa modificare è DisableNotificationCenter, e per farlo, basterà fare un doppio clic su di essa. Nel campo Dati valore dovrete inserire:

  • 1 se desiderate DISATTIVARE il Centro Notifiche
  • 0 se desiderate ATTIVARE il Centro Notifiche

Dopodiché cliccate su OK, chiudete il Registro di Sistema e riavviate il computer per applicare definitivamente le modifiche.

In conclusione aggiungiamo solo alcune informazioni rivolte a coloro che desiderano DISATTIVARE il  Centro Notifiche perché potrebbe capitare di non trovare la voce Explorer all’interno del percorso “HKEY_CURRENT_USER\Software\Policies\Microsoft\Windows\“. In questo caso è possibile crearla manualmente facendo clic destro sulla voce Windows e selezionando “Nuovo > Chiave” dal menù contestuale.

nuova-chiave

Una volta creata la chiave Explorer, basterà selezionarla, fare clic destro nella parte destra della finestra, selezionare dal menù di contesto “Nuovo > Valore DWORD (32 bit)” e nominare questo nuovo valore “DisableNotificationCenter“.

nuovo-valore

A questo punto, come accennato sopra, dovrete impostare ad 1 il valore della voce appena creata quindi chiudere tutto e riavviare.


]]>
https://www.informatica37.it/attivare-disattivare-il-centro-notifiche-di-windows-10/feed/ 0 2983
Riparare, ripristinare ed avviare il PC con il disco di installazione di Windows https://www.informatica37.it/avviare-ripristinare-riparare-pc-con-disco-installazione-windows/ https://www.informatica37.it/avviare-ripristinare-riparare-pc-con-disco-installazione-windows/#respond Fri, 22 Jul 2016 23:44:10 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2922

Forse vi state trovando a leggere questa guida in un momento di estremo bisogno, magari mentre cercate il modo di avviare Windows in modalità provvisoria o cercando di avviare il sistema operativo che non parte a causa di qualche brutta schermata blu (BSOD)…

Purtroppo se state utilizzando Windows 8 o Windows 10 le cose sono un po’ più complicate rispetto ai precedenti sistemi operativi, ed il web (non ce ne voglia Aranzulla) è pieno di guide che spiegano come avviare il PC in modalità provvisoria  o come effettuare il ripristino di sistema da un sistema operativo Windows funzionante. E se il vostro sistema operativo non si avvia? Quali soluzioni ci sono?

Sperando che non siate nella peggiore delle situazioni (tipo quella in cui il PC non si avvia) e volete mettere in atto alcune precauzioni, vi consigliamo la lettura di un nostro precedente articolo che spiega bene come attivare l’avvio del PC in modalità provvisoria in Windows 8, alcune soluzioni sono valide anche per Windows 10.

Se invece, purtroppo per voi, vi ritrovate con un PC non avviabile e non avete attuato le sopracitate precauzioni, l’unica soluzione è quella di passare dal DVD (o memoria USB) di installazione del sistema operativo Windows. Non avete neanche il DVD di installazione? Male! Ma abbiamo la soluzione anche a questo, visto che abbiamo già scritto una guida su come creare gratuitamente un DVD o un supporto USB di installazione di Windows 10. Per Windows 8 è valida la stessa guida ma per creare il DVD o la memoria USB dovrete scaricare il “media creation tool” di Windows 8 da questa pagina.

Anche se potrebbe sembrare scontato, vi ricordiamo che dovrete creare il supporto di installazione relativo al sistema operativo che avete installato nel vostro PC! Per creare il supporto di installazione avrete bisogno di un altro PC funzionante!

A questo punto, se da qualche altro PC (visto che il vostro ancora non è avviabile!) siete riusciti a creare un supporto di installazione di Windows (DVD o USB), vi tornerà sicuramente utile questa nostra ennesima guida dove sono elencati i tasti funzione per selezionare il dispositivo di avvio (DVD o USB) dei principali produttori. Nel nostro esempio avvieremo una memoria USB ” SanDisk Cruzer Edge”.

IMG_20160722_233216

Selezionato il device di avvio avrete accesso alla procedura di installazione di Windows e verrete indirizzati alla seguente schermata in cui dovrete scegliere: lingua, formato di ora e tastiera.

IMG_20160722_233327

Andate avanti e nella schermata successiva e selezionate il link “Ripristina il computer” nell’angolo in basso a sinistra della finestra.

IMG_20160722_233353

A questo punto, selezionando “Risoluzione dei problemi” avrete accesso ad alcuni strumenti per cercare di riparare il vostro PC.





IMG_20160722_233435

Nella schermata successiva avrete due opzioni: “Reimposta il PC” e “Opzioni avanzate“. Prima di optare per soluzioni drastiche vi consigliamo caldamente di selezionare “Opzioni avanzate“.

IMG_20160722_233447

Tra le “Opzioni avanzate” troverete diversi tool interessanti:

IMG_20160722_233508

  • Il “Ripristino di sistema” vi consente di riportare il PC ad uno stato precedente a quello attuale (non avviabile) mantenendo tutti i vostri files. L’unico inconveniente che potrebbe capitarvi è quello di perdere eventuali applicazioni installate dopo la creazione dell’ultimo punto di ripristino creato manualmente da voi o automaticamente dal sistema operativo. Di solito i punti di ripristino sono abbastanza frequenti quindi è poco probabile che vi ritroverete con qualche applicazione disinstallata.
  • Il “Ripristino immagine di sistema” è utile solo se avete attivato in precedenza l’opzione di creazione di immagini dalle impostazioni di backup di Windows. L’attivazione di questa opzione richiede l’impiego di un hard disk esterno destinato unicamente al salvataggio di tali backup!
  • Il “Ripristino all’avvio” rappresenta sicuramente una delle prime azioni da intraprendere per far si che Windows cerchi automaticamente una soluzione per risolvere il problema che impedisce l’avvio del vostro PC. Non sempre è risolutiva, ma tentar non nuoce!
  • Il “Prompt dei comandi” non è sicuramente alla portata degli utenti meno esperti, tuttavia, se avete trovato in rete la soluzione al vostro problema, e tale soluzione è applicabile con dei comandi DOS, questa opzione potrebbe rivelarsi cruciale per la risoluzione del vostro problema. Da qui potrebbe essere possibile attivare il tasto funzione F8 per accedere all’avvio in modalità provvisoria e tante altre cose…
  • Il pulsante “Impostazioni firmware UEFI” serve semplicemente ad accedere a quello che comunemente chiamiamo “BIOS”, ma per accedervi avete a disposizione anche un tasto funzione utilizzabile all’avvio del PC che dipende dal produttore della vostra scheda madre. Alcuni di questi tasti funzione sono riportati nella nostra guida menzionata in precedenza.
  • Torna alla build precedente” riguarda solo Windows 10 e vi permette di tornare al vostro sistema operativo (7 o 8.1) precedente all’aggiornamento a Windows 10. Nel caso in cui l’aggiornamento avesse reso instabile il vostro PC, con questa procedura potrete riportare il PC allo stato immediatamente precedente all’aggiornamento. Questa opzione è disponibile solo se effettuata entro i 30 giorni dall’avvenuto upgrade a Windows 10! In realtà non è proprio così, esistono dei trucchi per aggirare questa limitazione dei 30 giorni, ma la procedura necessiterebbe di una guida ad-hoc…

Se nessuna delle”Opzioni avanzate” vi è stata utile, purtroppo dovrete tornare indietro cliccando l’apposita icona e selezionare l’opzione “Reimposta PC“.

IMG_20160722_233521

In questa schermata avrete la possibilità di scegliere se disinstallare le applicazioni per riparare Windows mantenendo i vostri files oppure se formattare completamente il PC ed effettuale una installazione pulita di Windows.

In questo caso, se volete reimpostare il PC ma volete fare un backup dei file, le opzioni a vostra disposizione potrebbero essere le seguenti: smontare fisicamente il vostro hard disk e montarlo in un box esterno o collegarlo ad un adattatore per connetterlo via USB ad un altro PC, oppure creare un DVD o un CD o una memoria USB con una distribuzione Linux Live per poter salvare i vostri file su un hard disk esterno (abbiamo scritto una breve guida anche su questo!).

Vi raccomandiamo caldamente di effettuare un backup con tali modalità anche se sceglierete l’opzione “mantieni i miei file“. Se siete in cerca di box esterni o adattatori per collegare via USB il vostro hard disk ad un altro PC vi proponiamo di seguito alcuni articoli utili venduti da Amazon.

Per uscire dalla procedura di installazione di Windows cliccate sull’icona indietro fino a quando non sarete tornati alla prima schermata, quindi selezionate “Spegni il PC“.

IMG_20160722_233435


]]>
https://www.informatica37.it/avviare-ripristinare-riparare-pc-con-disco-installazione-windows/feed/ 0 2922
Raccolta tasti funzione di AVVIO, BIOS e RIPRISTINO per computer laptop, desktop e schede madri https://www.informatica37.it/tasti-funzione-avvio-bios-ripristino-computer-notebook-desktop/ https://www.informatica37.it/tasti-funzione-avvio-bios-ripristino-computer-notebook-desktop/#respond Tue, 07 Jun 2016 14:52:29 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2885

Sperando di fare cosa gradita ai nostri lettori, pubblicheremo in questo articolo una raccolta di tasti funzione, divisi per produttore, utili nelle fasi di avvio di un computer per poter accedere al BIOS, o per scegliere il device di avvio (BOOT) o ancora per accedere ad eventuali partizioni di ripristino (RECOVERY) previste dal produttore ed indispensabili per poter riportare il software del computer allo stato di fabbrica.

ASUS – Tasti funzione validi per laptop, desktop e schede madri

  • ESC – menù dei device di avvio e accesso bios
  • F2 – accesso diretto al bios
  • F9 – accesso alla partizione di ripristino

ACER – Tasti funzione validi per laptop e desktop

  • F2 – accesso diretto al bios
  • F12 – menù dei device di avvio e accesso bios
  • ALT + F10 – accesso alla partizione di ripristino




HP / Compaq – Tasti funzione per laptop

  • ESC – menù dei device di avvio e accesso bios
  • F1 – informazioni di sistema
  • F2 – diagnostica di sistema
  • F9 – menù dei device di avvio
  • F10 – accesso diretto al bios
  • F11 – accesso alla partizione di ripristino

HP / Compaq – Tasti funzione per desktop

  • ESC – menù dei device di avvio e accesso bios
  • F9 – menù dei device di avvio
  • F10 – accesso alla partizione di ripristino

TOSHIBA – Tasti funzione validi per laptop e desktop

  • F2 – accesso diretto al bios
  • F12 – menù dei device di avvio

Il presente articolo verrà periodicamente aggiornato con nuovi contenuti ed eventuali correzioni. Potete anche segnalarci nuovi shortcut o errori scrivendo un commento!


]]>
https://www.informatica37.it/tasti-funzione-avvio-bios-ripristino-computer-notebook-desktop/feed/ 0 2885
INCREDIBILE – Scaricare AUDIO e VIDEO da YouTube non è mai stato così facile! https://www.informatica37.it/yout-scarica-audio-video-youtube-gratis/ https://www.informatica37.it/yout-scarica-audio-video-youtube-gratis/#respond Wed, 17 Feb 2016 23:08:27 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2757

Oggi vi presentiamo un sito web che vi permette di navigare tra i video di YouTube e di scaricare l’audio in MP3 o il video in MP4 con un semplice clic! Senza dover installare nessun software o plugin e senza nessuna invasione di banner pubblicitari! La cosa è incredibile è che è possibile accedere a tale “misterioso” sito direttamente da Youtube con un semplicissimo, ma geniale, trucco!

Non ci credete?! Allora andate su YouTube e riproducete un video a caso…

youtube-download-01

Ora recatevi sulla barra degli indirizzi del browser e cancellate le 3 lettere finali della parola youtube (ube).

youtube-download-02

L’indirizzo youtube.com diventerà yout.com, quindi premete Invio ed attendete il caricamento della nuova pagina.





youtube-download-03

Verrete reindirizzati al sito yout.com, dove troverete il vostro video e sotto di esso due pulsanti: Audio e Video. Ancora sotto troverete un pulsante blu molto largo per scaricare il file.

Selezionate il formato da voi desiderato, procedete con il download cliccando su Disco ed il gioco è fatto! Al termine del download potrete riprodurre il vostro file audio o video localmente! Nel caso di download del solo audio è possibile selezionare il minutaggio di inizio e di fine della traccia in modo da poter eliminare eventuali periodi di silenzio all’inizio o al termine del file.

youtube-download-06

Ora che il trucco è svelato, potete comodamente mettere yout.com tra i vostri preferiti ed utilizzarlo come un vero e proprio YouTube alternativo in cui cercare, guardare… ma sopratutto scaricare audio e video dei filmati di vostro interesse.

Per finire vi condividiamo un filmato per poter seguire la procedura completa.


]]>
https://www.informatica37.it/yout-scarica-audio-video-youtube-gratis/feed/ 0 2757
Scarica Windows 10 gratis e crea il supporto di installazione su DVD o USB https://www.informatica37.it/windows-10-gratis-installazione-usb-dvd/ https://www.informatica37.it/windows-10-gratis-installazione-usb-dvd/#respond Tue, 16 Feb 2016 11:55:37 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2728

Questa guida è rivolta a tutti coloro che hanno effettuato l’aggiornamento del sistema operativo sul proprio computer a Windows 10 da sistemi operativi Windows 7 e 8.1 e che necessitano di un supporto di installazione per reinstallare una versione “pulita” di Windows 10 oppure di un supporto di emergenza per poter ripristinare un sistema non avviabile.

Purtroppo l’aggiornamento a Windows 10 ha portato con se qualche problema o incompatibilità, come ad esempio il famoso problema con Cortana. E’ per questo motivo che consigliamo vivamente di prendersi un po’ di tempo per poter fare un backup dei propri dati ed effettuare una installazione pulita di Windows 10, per iniziare a godersi finalmente il nuovo sistema operativo Microsoft! Vi consigliamo di crearvi un supporto DVD o USB di Windows 10 anche nel caso in cui non vogliate formattare ed installare, perché in caso di problemi futuri potrebbe comunque tornarvi utile!

Il problema di installare Windows 10 consiste nel fatto di non essere in possesso del DVD di installazione. In questa guida vi spiegheremo come utilizzare il tool Media Creation Tool fornito gratuitamente da Microsoft per poter creare in pochi semplici passi il vostro supporto di installazione su DVD o su chiavetta USB. Il tool permette anche di fare l’aggiornamento a Windows 10 nel caso non lo aveste ancora fatto.

Cliccate sul link che segue per andare alla pagina di download del Media Creation Toolhttps://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10 . Scorrete la pagina e fate clic su “Scarica ora lo strumento” ora per avviare il download.

windows 10 usb 1

Avviate MediaCreationTool.exe, accettate le condizioni di utilizzo e vi troverete di fronte alla seguente schermata. Scegliete di creare un supporto di installazione e andate avanti.

windows 10 usb 2

Nella schermata successiva dovrete scegliere la lingua, l’edizione di Windows 10 e l’architettura (32 bit, 64 bit o entrambe). Se il supporto vi servirà esclusivamente per un uso nel vostro PC vi consigliamo di lasciare spuntata la casella “Usa le impostazioni consigliate per questo PC” e di proseguire.

windows 10 usb 3c

Se invece volete creare un supporto personalizzato, rimuovete la spunta e selezionate manualmente le opzioni. Prima di proseguire ci soffermiamo un attimo sull’edizione di Windows 10 da scegliere. Se prima dell’aggiornamento il vostro computer era dotato di un sistema operativo Window 7 o 8 di tipo Home, dovrete selezionare la versione Windows 10 Home. Se invece avevate una edizione Windows 7 o 8 Professional, dovrete selezionare Windows 10 Pro. In poche parole, se avevate una edizione Home del sistema operativo non potrete passare ad una Pro e viceversa. Selezionate con attenzione la versione giusta altrimenti vi ritroverete senza una licenza valida! Per conoscere la versione che state utilizzando andate in: Pannello di Controllo > Sistema e sicurezza > Sistema





windows 10 usb 000

Nella scelta della versione vi sconsigliamo di scegliere quelle contrassegnate con la letteraN” perché sono versioni in cui non sono inclusi Windows Media Player e diversi altri strumenti multimediali.

Nel passo successivo dovrete scegliere il tipo di supporto: una chiavetta USB da minimo 3 GB o creare un immagine ISO da masterizzare su DVD successivamente. Selezionate il supporto desiderato e proseguite.

windows 10 usb 4

Nel nostro caso abbiamo utilizzato una memoria flash USB che era stata precedentemente collegata ad una delle porte USB del PC.

windows 10 usb 5

Una volta selezionato il supporto desiderato partirà il download e l’installazione. E’ sottinteso che il PC debba essere collegato ad Internet per poter portare a termine l’operazione.

windows 10 usb 6

Al termine della preparazione del supporto vi verrà confermata l’effettiva riuscita dell’operazione. Cliccando su Fine partirà una breve operazione di pulizia dei dati scaricati e la procedura sarà finalmente terminata.

Per quanto riguarda riguarda la licenza software potete dormire sonni tranquilli! Quando avete effettuato l’aggiornamento a Windows 10 vi è stata assegnata una licenza gratuita associata univocamente al vostro hardware in uso, grazie a questo, quando reinstallerete una copia pulita di Windows 10 e procederete all’attivazione della licenza, il server Microsoft riconoscerà il vostro hardware e vi rilascerà automaticamente la vostra licenza.


]]>
https://www.informatica37.it/windows-10-gratis-installazione-usb-dvd/feed/ 0 2728
Eliminare icona di aggiornamento a Windows 10 https://www.informatica37.it/eliminare-icona-aggiornamento-windows-10/ https://www.informatica37.it/eliminare-icona-aggiornamento-windows-10/#respond Fri, 29 Jan 2016 13:55:21 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2615

In questa guida vi mostreremo alcuni metodi per “liberarvi” dall’icona di notifica di aggiornamento a Windows 10 dal System Tray nel caso non siate interessati ad effettuare tale upgrade.

eliminare-icona-windows-10-02

La notifica di aggiornamento è presente nei PC in cui è installato Windows 7 o Windows 8.1 , vi illustreremo quindi 5 diverse modalità per poterla rimuovere per non ricevere più notifiche di aggiornamento. Va anche detto che la presenza di tale notifica contribuisce al consumo di risorse hardware, quindi vale la pena eliminarla se non ci è utile.

METODO 1 – Rimozione dell’aggiornamento KB3035583

Aprite la finestra Programmi e Funzionalità cliccando su: Start > Pannello di controllo.

eliminare-icona-windows-10-03

Nel caso stiate usando Windows 8, e non avete sostituito il Menù Start, per accedere a Programmi e Funzionalità dovete fare clic destro su l’icona Start con logo Windows.

eliminare-icona-windows-10-04

Nella finestra Programmi e Funzionalità cliccate su Visualizza aggiornamenti installati.

eliminare-icona-windows-10-05

A questo punto vedrete una nuova finestra con l’elenco di tutti gli aggiornamenti installati, inserite nel campo di ricerca in alto a destra di tale finestra il codice di aggiornamento KB3035583 in modo da individuare velocemente l’aggiornamento che vogliamo eliminare.

eliminare-icona-windows-10-06

Fate clic con il pulsante destro del mouse sull’aggiornamento elencato e selezionate Disinstalla dal menù contestuale, confermate la disinstallazione ed attendete che l’operazione sia conclusa.

METODO 2 – Rimuovere solo l’icona di aggiornamento





In questa seconda modalità vedremo come eliminare l’icona di notifica senza però disinstallare l’aggionamento KB3035583. Per farlo occorrerà eliminare una Operazione Pianificata. Fate clic sul pulsante Start del Menù Avvio e iniziate a digitare “Utilità di Pianificazione” per trovare ed avviare l’applicazione.

eliminare-icona-windows-10-09

Una volta aperta la finestra di Utilità di Pianificazione, nella colonna di destra navigate tra le cartelle: Microsoft > Windows > Setup > gwx .

eliminare-icona-windows-10-10

Selezionando la cartella gwx vedrete una lista di attività nella colonna centrale, selezionatele, poi clic destro del mouse selezionando Disattiva dal menù di contesto.

METODO 3 – Nascondere l’icona di aggiornamento

Con questo metodo è possibile nascondere l’icona senza dover disinstallare l’aggiornamento e senza dover disattivare l’applicazione di aggiornamento, basterà fare clic sull’icona a forma di triangolo nel System Tray per poi cliccare su Personalizza.

eliminare-icona-windows-10-11

Nella finestra che si aprirà andate a cercare l’applicazione GWX, selezionate l’opzione Nascondi icona e notifiche, confermate con Ok.

METODO 4 – Installare applicazioni di terze parti

Se proprio non volete avventurarvi nei metodi finora esposti, potete sempre usare programmini sviluppati ad-hoc per disattivare la notifica di aggiornamento. Eccone un paio: GWX Control Panel I Don’t Want Windows 10.

METODO 5 – Cancellazione manuale della cartella GWX e GWX Triggers (sconsigliato)

Lasciamo in coda il metodo sicuramente meno ortodosso, ovvero quello che consiste nel recarsi nel percorso C:\Windows\System32\Tasks\Microsoft\Windows\Setup , cancellare le cartelle GWX e GWX Triggers in esso contenute e riavviare il computer.

eliminare-icona-windows-10-13


]]>
https://www.informatica37.it/eliminare-icona-aggiornamento-windows-10/feed/ 0 2615
Problema Windows 10 – “Errore Critico. Il menu Start e Cortana non funzionano” https://www.informatica37.it/problema-windows-10-errore-critico-il-menu-start-cortana-funzionano/ https://www.informatica37.it/problema-windows-10-errore-critico-il-menu-start-cortana-funzionano/#respond Tue, 22 Sep 2015 09:25:44 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2492

Nell’articolo che segue vi mostreremo i passi da seguire per risolvere il problema comparso di recente nei computer aggiornati a Windows 10. Il problema consiste nella comparsa del seguente messaggio all’avvio dell’ambiente Desktop: “Errore Critico. Il menu Start e Cortana non funzionano. Verrà eseguito un tentativo di risoluzione del problema al tuo prossimo accesso. Disconnetti ora.

maxresdefault

La conseguenza dell’errore consiste nell’impossibilità di poter utilizzare il pulsante Start e quindi accedere a programmi, impostazioni ed ovviamente sarà impossibile utilizzare l’assistente vocale Cortana. Per fortuna è possibile utilizzare le applicazioni disponibili dal Desktop, ed è proprio da qui che partiremo per la risoluzione del problema.

[1] – Avvio di PowerShell

Andiamo sul Desktop, facciamo clic destro in un’area vuota, e dal menù di contesto selezioniamo: Nuovo > Collegamento. Nella finestra che ci comparirà davanti scriviamo powershell.exe, andiamo avanti, e successivamente clicchiamo su Fine.

powershell01





Noterete un nuovo collegamento sul desktop, fateci clic destro sopra, e scegliete la voce: Esegui come amministratore.

powershell-amministratore

Al termine del caricamento vi troverete di fronte ad una shell simile a quella del prompt dei comandi.

[2] – Esecuzione della Patch

Incollate nella shell il seguente testo e premete il tasto Invio: Get-AppXPackage-AllUsers|Foreach{Add-AppxPackage-DisableDevelopmentMode-register”$($_InstallLocation.)\AppXManifest.xml”} . Vi troverete di fronte ad una schermata simile:

Powershell2

Attendete che la patch venga applicata completamente, quando avrà terminato chiudete tutte le finestre e riavviate il sistema, il problema dovrebbe essere risolto!


]]>
https://www.informatica37.it/problema-windows-10-errore-critico-il-menu-start-cortana-funzionano/feed/ 0 2492
Prenotazione Gratuita Windows 10: cosa fare se non compare l’icona di notifica? https://www.informatica37.it/problema-prenotazione-gratuita-windows-10-cosa-fare-se-non-compare-icona-di-notifica/ https://www.informatica37.it/problema-prenotazione-gratuita-windows-10-cosa-fare-se-non-compare-icona-di-notifica/#respond Thu, 25 Jun 2015 11:27:52 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2463

In questi giorni stiamo rilevando diversi problemi nell’applicazione di prenotazione gratuita di Windows 10. Il problema, in particolare, consiste nella mancata comparsa dell’icona che permette di effettuare tale prenotazione.

win10-01

In uno dei nostri precedenti articoli avevamo spiegato i passi da fare per prenotare gratuitamente Windows 10 , purtroppo però abbiamo riscontrato diversi casi in cui questa icona non compare nel System Tray, quindi abbiamo pensato di realizzare questa guida rivolgendoci a tutti coloro che hanno riscontrato questo problema e non hanno ancora avuto la possibilità di effettuare la propria prenotazione.

Per poter accedere all’aggiornamento gratuito di Windows 10 dovete essere in possesso dei seguenti prerequisiti:

  • Essere in possesso di una delle seguenti versioni autentiche di Windows: Windows 7 Sp1 (Starter, Home Basic, Home Premium, Professional ed Ultimate), Windows 8.1, Windows 8.1 Pro. Puoi verificare la versione che stai eseguendo cliccando su questo link.
  • Aver attivato gli aggiornamenti automatici
  • Aver effettuato tutti gli aggiornamenti, in particolare: KB3035583 e KB 2952664. Seguendo questa guida passo-passo vi daremo indicazioni su come controllare l’effettiva presenza di tali aggiornamenti in maniera completamente automatica.
  • Per altre informazioni consultate le FAQ

A questo punto siete pronti per scaricare ed eseguire il fix al problema. Tale fix non è stato ufficialmente sviluppato e supportato da Microsoft che tuttavia non lo ha neanche rigettato o sanzionato. Alla luce di questo, INFORMATICA37.it non si assume nessuna responsabilità su eventuali problemi derivandi dall’applicazione di tale fix.

I passi da eseguire sono i seguenti:

  • Scaricare il file .zip contente il fix win10fix_full.bat al seguente link Dropbox




prenotazione-win-10-01

  • Estraete il file win10fix_full.bat e copiatelo in una qualsiasi directory
  • Eseguite win10fix_full.bat in modalità Amministratore : clic destro sul file poi clic su Esegui come amministratore.

prenotazione-win-10-02

  • Seguite le indicazioni riportate nella schermata del fix dopo aver accettato le condizioni d’uso e letto l’informativa

Nella terza schermata vi verrà proposto un menù in cui potrete scegliere rispettivamente:

  1. Il controllo degli aggiornamenti. Digitando il tasto 1 il programma controllerà automaticamente se avete tutti gli aggiornamenti necessari ad attivare l’aggiornamento gratuito a Windows 10. Verrà controllata la presenza degli aggiornamenti KB3035583 e KB 2952664.
  2. Primo metodo di risoluzione del problema. Questo fix richiede poco tempo per l’esecuzione e va ad effettuare delle modifiche al registro di sistema.
  3. Secondo metodo di risoluzione del problema. Questo fix richiede poco tempo per l’esecuzione e va a cercare di eseguire il processo GWX.
  4. Terzo metodo di risoluzione del problema. Questo fix richiede molto tempo tempo per la riattivazione dell’icona nel System Tray.
  5. Chiusura del programma.

Il nostro consiglio è ovviamente quello di iniziare dal punto 1 per essere sicuri di avere installato tutti gli aggiornamenti necessari. Dopodiché potete procedere con l’applicazione dei fix rapidi ai punti 2, 3 e del fix lento al punto 4.

Una volta applicati i fix attendete circa 60 minuti, se l’icona ancora non compare, riavviate e verificate di nuovo.

Al momento il fix si è rivelato perfettamente risolutivo in tutti i casi da noi affrontati. Le uniche differenze riscontrate tra diversi casi con lo stesso problema sono state relative ai tempi di attesa per veder ricomparire l’icona nel System Tray.


]]>
https://www.informatica37.it/problema-prenotazione-gratuita-windows-10-cosa-fare-se-non-compare-icona-di-notifica/feed/ 0 2463
WINDOWS 8 – Impossibile cancellare file .PDF https://www.informatica37.it/impossibile-cancellare-file-pdf/ https://www.informatica37.it/impossibile-cancellare-file-pdf/#respond Tue, 05 May 2015 10:00:44 +0000 http://www.informatica37.it/?p=2436

Questa guida fornirà la soluzione al problema  presente in Microsoft Windows 8 e 8.1 che non permette la cancellazione di file .PDF. Il problema si verifica con il seguente messaggio di errore: “Impossibile completare l’operazione perché il file è aperto in un altro programma“.

impossibile-eliminare-file-pdf

Il problema della mancata cancellazione di file .PDF è da attribuire all’attivazione del “Riquadro Anteprima” nella visualizzazione dei file, ovvero la colonna nella parte destra della finestra Esplora Risorse in cui è possibile visualizzare l’anteprima di qualsiasi file.

Questa funzionalità è molto comoda per visualizzare l’anteprima di un file .PDF, ma nel caso in cui dobbiamo cancellarlo, tale funzionalità non permette la cancellazione perché continua ad utilizzare il file anche se non stiamo visualizzando la sua anteprima.





La soluzione, ovviamente, consiste nella disattivazione del “Riquadro Anteprima” e l’attivazione del “Riquadro Dettagli“. Quest’ultimo permette di visualizzare solo i dettagli del file (data di creazione, dimensione, ecc.), di conseguenza non andando a creare nessuna anteprima, non ci impedisce la cancellazione del file.

Nella figura seguente potete vedere come attivare il Riquadro Dettagli.

impossibile-eliminare-file-pd-2f

La mancata cancellazione può riguardare anche altre tipologie di file, ed in questi casi, molto spesso basta un semplice riavvio del PC per poter essere di nuovo in grado di eliminarli. Nel caso specifico dei .PDF in Windows 8 e 8.1 non basta il riavvio, quindi bisognerà attenersi alla procedura che vi abbiamo illustrato.


]]>
https://www.informatica37.it/impossibile-cancellare-file-pdf/feed/ 0 2436